Home2021

dicembre 2021

Nel 1938 Theodor W. Adorno pubblicava Glossa su Sibelius, un articolo al vetriolo che stroncava senza mezzi termini la figura e l’opera del compositore finlandese. Si ripercorrono le cause di questo attacco, contestualizzandolo storicamente e proponendo per la prima volta in italiano la Nota di

Di tutti i fenomeni naturali uno dei più sfuggenti, ma allo stesso tempo capace di evocare le sensazioni più intense, è il silenzio della natura, che ha sempre attirato la mia attenzione per la sua potenza e, per quanto sembri una contraddizione, per la sua pienezza. Pochi

La Finlandia, nei decenni di passaggio dall’Ottocento al Novecento, vive una stagione eroica di ricerca di un’identità nazionale in piena sintonia tra tutte le arti. L’eco di tale straordinario impegno supera i confini nazionali e trova spazio sulle più importanti riviste dell’epoca, a partire da

Socio ordinario Diplomato in corno al Conservatorio “G. Martucci” di Salerno si è poi perfezionato all'Accademia Nazionale di Santa Cecilia di Roma. La ricerca di nuove potenzialità espressive lo ha avvicinato allo studio della composizione e della direzione d’orchestra diplomandosi e perfezionandosi all’Accademia Musicale Pescarese e

[vc_row][vc_column][vc_column_text] Socio ordinario Direttore d'orchestra.  Nato a Sulmona nel 1983, è stato allievo di Donato Renzetti, Gianluigi Gelmetti e Marco Zuccarini. Si è formato fin da giovanissimo collaborando per oltre dieci anni con l’Ensemble Seicentonovecento con il quale ha inoltre approfondito le prassi esecutive storiche e la

Di tutti i fenomeni naturali uno dei più sfuggenti, ma allo stesso tempo capace di evocare le sensazioni più intense, è il silenzio della natura, che ha sempre attirato la mia attenzione per la sua potenza e, per quanto sembri una contraddizione, per la sua pienezza. Pochi

Sono arrivato a conoscere il nome di Sibelius relativamente tardi, attorno a 15 anni (1973). Sin da piccolo mi piaceva sfogliare enciclopedie della musica, figurine di grandi musicisti, eccetera, ma il nome di Sibelius spesso mancava o era in secondo piano. Ad esempio in un libro

Cara Bianca Maria, ci mancherà la tua passione, la tua energia, il tuo amore per l'arte, la bellezza e la vita, il tuo guardare sempre avanti, la tua amicizia. Ti avremo sempre con noi, siamo certi che continuerai a incoraggiarci da lassù. Gli Amici sibeliani Bianca Maria Radaelli Molinari

[vc_row][vc_column][vc_column_text]socio ordinario Nata nel 2001 si sta affacciando con successo sulla scena musicale internazionale. Diplomata in violino al Conservatorio “B. Maderna” di Cesena (cum laude e menzione speciale), ha iniziato a suonare a cinque anni e dall’età di otto è seguita da Marco Fornaciari. Si perfeziona inoltre:

La lunga carriera di Jean Sibelius iniziò con un Lied per voce e pianoforte e finì con gli arrangiamenti per voce e pianoforte tratti dalle sue musiche di scena. Tra i Lieder (Songs) appartenenti alle sue raccolte, quelli sciolti e quelli che trascrisse per pianoforte